News

N

e

w

s

Articolo di Franco Santellocco 

Scomparsa di Giovanni Paolo II, il Papa emigrante e pellegrino


╚ morto Giovanni Paolo II, il Papa venuto da un Paese lontano, come Lui stesso ebbe a dichiarare nel suo primo discorso ai romani raccolti in Piazza San Pietro subito dopo la Sua elezione al Soglio Pontificio. In quella Sua allocuzione Egli si sentiva emigrante, con una consapevolezza dolorosa nel cuore.
La nostalgia, infatti, alimenta il rimpianto ed il ricordo di chi lascia la propria Patria, ravviva l'aspirazione al ritorno, rinvigorisce la speranza di rivedere un giorno i luoghi che si erano lasciati, i propri cari, la propria casa. L'elezione al Pontificato invece faceva intuire a Karol Woytila che difficilmente sarebbe potuto tornare nella terra natale, nemmeno dopo la morte.
L'ardore della Sua appartenenza alla nazione polacca, la passione con cui ne ha difeso libertÓ e dignitÓ deve avergli reso particolarmente dolorosa la percezione dell'impossibile ritorno nella Patria tanto amata.
Un ragazzo che ha conosciuto le ferite della guerra, un prete seminarista in clandestinitÓ, un pastore indomito del suo gregge pronto a sfidare una dittatura crudele e feroce per difenderne libertÓ e dignitÓ, un figlio ed un fratello che ha perso i suoi cari in un rapido succedersi di malattie e sventure, si vedeva strappato alla sua terra da una missione cui era chiamato da Dio, diventava emigrante per volontÓ del Signore.
Tutto questo Ŕ forse passato nella mente del nuovo Pontefice, mentre pronunciava le parole "venuto da lontano". Ha trovato famiglia e Patria nel mondo, fra i diseredati, fra i poveri, fra gli ammalati, fra i sofferenti, si Ŕ battuto per la dignitÓ delle genti, ha gioito e pianto con loro, ha lottato contro la miseria, ha difeso la vita in ogni suo stadio, ha gridato il diritto della Chiesa a diffondere il suo messaggio senza censure e timori.
Giovanni Paolo II ha guadagnato il rispetto dei non credenti, l'amore di chi crede e di chi soffre. Il coraggio con cui ha affrontato la malattia ed ha portato la Croce della sofferenza anche negli ultimi giorni della sua vita terrena sono un esempio di dedizione e di serena fiducia che hanno sconcertato. 
╚ stato emigrante e pellegrino: ha portato ovunque speranza, ha difeso la dignitÓ dell'uomo, creato da Dio a sua immagine e somiglianza. Un grande uomo, un Papa innovatore, un Pastore che sapeva trascinare e guidare. Ci lascia una ereditÓ meravigliosa, la fiducia nell'uomo, la ricerca della pace, la difesa della dignitÓ, la speranza nel futuro, l'aspirazione alla libertÓ, l'amore per la veritÓ. 
Non sarÓ facile esserne degni.